Il Soft Air

Risposte alle domande piu’ comuni sul softair.

Cos’รจ il soft-air?
E’ un gioco di guerra (wargame) consistente nella simulazione di combattimenti con l’uso di armi giocattolo.

E’ vero che il soft-air e’ pericoloso?
Non piu’ di qualsiasi altra attivita’ sportiva all’aperto.

Serve un permesso per detenere/acquistare le armi soft-air (o ASG)?
No.

Come si gioca?
Esistono due filoni principali di discipline: tiro a segno e “combat”.
Il secondo e’ il piu’ diffuso e consiste nello scontro tra due o piu’ squadre di giocatori (prevalentemente i soci del club si dividono, ma sono frequenti anche gli incontri con altri club) che cercano di eliminarsi a vicenda e/o di conquistare un obiettivo prefissato. Lo scenario tipico e’ di una squadra che deve conquistare una bandiera difesa dall’altra, ma i giochi che si possono organizzare, anche molto complessi, incontrano un limite solo nella nostra fantasia.

Gioca molta gente?
Non esistono calcoli in merito. Si parla di qualche migliaio di persone in Italia, riunite in club distribuiti su tutto il territorio nazionale.

Le armi sparano pallini di vernice?
Nel 99% dei casi no, perche’ tali pallottole sono troppo delicate, tendono a rompersi all’interno dell’arma e a non rompersi contro gli avversari. Si sparano quindi dei pallini di plastica (in genere biodegradabile) di 6 mm di diametro e circa 0,25g di peso.
Esiste una disciplina diversa, il paintball, molto praticata all’estero, che si gioca con i marcatori a vernice. Al momento non e’ molto diffuso in Italia perche’ non c’e’ chiarezza se le pistole in oggetto necessitino di porto d’armi.

Ma allora come fai a capire se hai colpito l’avversario?
Ci si basa sull’onesta’. Chi viene colpito lo dichiara. Contrariamente nel giro di poco tempo tutti si accorgeranno di chi si comporta “male” e il soggetto viene invitato a non partecipare piu’ agli incontri.

Si usano sia pistole che fucili?
La maggior parte dei giocatori porta solamente il fucile, generalmente piu’ potente e preciso, nonche’ dotato di tiro a raffica.

Quali sono prestazioni di un fucile ASG?
Gittata fino a 50 mt, ma la precisione, oltre i 20, e’ piuttosto scarsa. Le raffiche sono di circa 800-1000 pallini/minuto. La legge impone come limite di potenza massima circa 1 joule. I fucili hanno grossomodo tutti le stesse prestazioni.

Essere colpiti da una ASG e’ doloroso?
Essere colpiti sulla pelle nuda puo’ paragonarsi ad un pizzicotto, ma cio’ non avviene perche’ ci si protegge con indumenti, guanti e maschere di protezione. Generalmente non si spara ad una persona sotto una distanza di 2-3 metri. Le uniche parti che possono correre qualche rischio sono gli occhi ma, per questo, durante le partite, e’ obbligatorio indossare una maschera a protezione del volto.

E’ vero che siete dei “rambo della domenica”?
Questa e’ un’etichetta apposta ai giochi di guerra perlopiu’ da parte di “giornalisti” che intedevano ricercare uno scoop a tutti i costi. A soft-air giocano persone di tutte le estrazioni sociali, attivita’ lavorative e credo politico. Chiunque voglia rendersi conto dell’atmosfera di divertimento e amicizia che regna, puo’ tranquillamente chiedere ad uno dei tanti club di assistere alle partite (e magari partecipare ai barbecue che spesso seguono gli incontri, in compagnia di tutta la famiglia). Alcuni degli appassionati sono anche interessati a militaria ed armi, la maggior parte lo pratica solo come sport e non distingue un tipo d’arma dall’altro.

I club sono formazioni paramilitari?
No. Il soft-air e’ un gioco, il fatto che vengano indossati indumenti di foggia o provenineza militare e’ solo incidentale: se voglio nascondermi in un bosco l’ideale e’ un tessuto mimetico. Molti usano capi studiati per la caccia, che spesso sono anche piu’ comodi di quelli militari, ma hanno un costo piu’ elevato.
Le squadre vengono spesso rimescolate ed il comando viene affidato, a turno a tutti coloro lo desiderano.
L’attivita’ svolta non avrebbe alcuna utilita’ in campo militare anche perche’, data la scarsa potenza delle armi, un giocatore puo’ muoversi in tranquillita’ al di fuori della loro ridotta portata. Il fatto che i proiettili non abbiano altra conseguenza che escluderci dal gioco abitua ad azioni “temerarie” che in un combattimento reale non verrebbero neanche prese in considerazione.
Si acquista una certa abilita’ a mimetizzarsi e a muoversi silenziosamente nel bosco: puo’ tornarvi utile se vi piace il bird-watching!

Il soft-air e’ illegale o ai margini della legalita’?
Nessuna legge lo vieta. Certo, nell’organizzare delle partite occorre adottare alcune precauzioni, che non sono pero’ riferibili al solo soft-air:

  • giocare su terreni di proprieta’ privata per il quale il proprietario abbia dato il consenso all’utilizzo (possibilmente per iscritto);

  • avvisare le forze dell’ordine competenti per l’area (la Questura o la locale stazione dei Carabinieri) che nella localita’ specificata e negli orari indicati si svolgeranno dei giochi di guerra. (NB parlo di informare e NON di chiedere un permesso, che NON E’ ASSOLUTAMENTE NECESSARIO). Diversamente, se le nostre armi dovessero spaventare qualche ignaro passante che si precipita a chiamare il 113, potremmo incorrere nel reato di procurato allarme;

  • apporre dei cartelli ai margini della zona in cui si gioca (ed eventualmente avvisare gli abitanti del circondario) che spieghino cosa sta succedendo, per la stessa motivazione di cui sopra;

    • evitare assolutramente di danneggiare l’abiente in cui si gioca (c’e’ bisogno di dirlo?).

    • sospendere le partite nel caso qualcuno esterno al gioco attraversi il campo (che puo’ essere utile delimitare in qualche modo);

    • TANTO BUONSENSO!

    E’ obbligatorio iscriversi ad un club per giocare?
    No, ma e’ consigliabile perche’ si potra’ usufruire di tutta l’organizzazione indicata al punto precedente, di tanti nuovi amici e di un numero sufficiente di persone per riuscire a giocare abbastanza spesso.
    I club hanno, in genere, quote di iscrizione variabili dalle 30 alle 150.000 annue, ma offrono spesso alcuni servizi, oltre al terreno, come assicurazione, armi di riserva in prestito, assistenza tecnica, consulenze sugli acquisti, convenzioni con negozi…

    Quanto costa equipaggarsi per giocare?
    Un fucile elettrico (il tipo generalmente usato per il combat) nuovo costa, con gli accessori indispensabili (batteria, caricabatteria, caricatore maggiorato) all’incirca dalle 450.000 a 1.000.000 (per i modelli piu’ nuovi e “alla moda”).
    Si trovano spesso anche degli ottimi usati a prezzi decisamente piu’ bassi (la meta’).
    Per l’abbigliamento (maschera, scarponi, mimetica…), nel complesso, si puo’ spendere dalle 300.000 in su, ma spesso abbiamo in casa buona parte di quanto ci serve. (Se pensate di utilizzare la vecchia tuta della naja, dovete ASSOLUTAMENTE privarla di stellette, gradi, distintivi, ecc.)

    Esistono delle pubblicazioni sull’argomento?

    • Soft Air adventures – rivista bimestrale – ed. Planetario, interamente dedicata all’argomento.

    • Armi e tiro – rivista mensile – dedica in ogni numero alcune pagine.

    • Soft Air- lo sport di squadra del XXI secolo – Luca Oleastri – libro ed. Planetario L.12.000 – 96 pagg.

    Le riviste indicate spesso pubblicano l’elenco dei club esistenti.


    Quasi tutti i club permettono di partecipare a delle partite di prova, prestandovi/affitandovi il necessario, in modo da scoprire se il soft-air puo’ divenire il vostro sport preferito.

    Giocare contribuisce a scaricare lo stress e l’aggressivita’ in un modo del tutto innocuo, oltre a facilitare la socializzazione (devi per forza contare sui tuoi compagni di squadra!).

    Si sviluppano doti di orientamento e di strategia (in fondo l’uomo e’ l’animale piu’ difficile da cacciare…).